Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Salviamo gli spazzacamini tedeschi!

 

Oggi il Fondo monetario ha dimezzato le stime di crescita della Germania per quest'anno portandole allo 0,3%.

Nessuno sa con esattezza quanto sia il ritmo di crescita potenziale di un paese. Berlino cresceva di oltre il 3% negli anni buoni, ma è più probabile che il pil potenziale tedesco sia attorno, ma forse sotto, al 2%. Una distanza così ampia dal potenziale – un output gap di quasi il 2% in un anno – non si spiega con l'effetto del calo dell'export verso l'Ue. Non si spiega cioè solo con la crisi dell'euro. Visto che in Germania si esclude che la crisi alla periferia dell'euro sia aggravata da meccanismi non strutturali – per esempio avvitamento psicologico o altro – applichiamo lo stesso metodo al basso tasso di crescita della Germania. Una spiegazione è che il calo direttamente provocato dalla crisi dell'euro sia modesto, ma sia amplificato dal fatto che il valore aggiunto in Germania sia interamente fornito solo dalle produzioni per l'export, mentre tutto il resto dell'economia sia poco efficiente.

Possibile che sia così? Se fosse vero allora bisognerebbe liberalizzare l'economia interna tedesca che per la grandissima parte è composta dai servizi. 

Guardiamo allora cosa intende fare il governo tedesco per la liberalizzazione dei servizi. Per farlo bisogna guardare al programma nazionale delle riforme presentato alla Commissione europea dal governo della cancelliera Merkel a fine marzo (devo questa segnalazione esilarante a Daniel Gros). Eccone l'estratto in inglese sulla competizione nel settore dei servizi.

 

Competition in the services sector

70. The domestic services market harbours great potential for growth, especially in the area of services based on network infrastructure. For this reason, the Federal Government is further considering the elimination of excessive constraints. Essential and appropriate regulations that serve, for example, to safeguard a level of training, actively provide consumer protection or ensure freedom to exercise a profession independently, are to be retained.

71. The internal market for services cannot be strengthened through legal regulations alone. Improving "soft" factors is also important: such as building trust among consumers in services providers from other member states.

72. Competition has become more intense in the services sector over the last few years. Comprehensive reforms have been implemented within the liberal professions: for example, bans on advertising have been relaxed or completely eliminated, while rules on price regulation have also been liberalised, for lawyers, among others. According to the laws on chimney sweeping, regulation of fees is to be limited to the few remaining government tasks performed by authorised district chimney sweeps.

In pratica il governo di Berlino ritiene di aver fatto il possibile nel limite della tutela dei consumatori. La regolazione delle tariffe è ormai limitata alla sola attività degli spazzacamini. Daniel lo chiama il principio Mary Popppins. Li si vede infatti girare per le strade tedesche cosparsi di caligine come figure ottocentesche. Ma se tutta la difficoltà di crescita dell'economia tedesca ricadesse sulle loro povere e polverose spalle, il loro destino sarebbe segnato…