Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Perche’ gli italiani odiano se stessi

 

Stamattina mi ha invitato il Peterson Institute per discutere con Bruce Stokes il sondaggio che il PEW Research Center ha fatto sull'atteggiamento degli europei nei confronti dell'Europa e degli altri europei a diversi anni dall'inizio della crisi.

Chi e' interessato trova una buona sintesi del rapporto qui: http://www.pewglobal.org/2013/05/13/the-new-sick-man-of-europe-the-european-union/

 Il senso e' che il nuovo ammalato dell'Europa non e' un paese o l'altro ma e' l'Europa tout court.

Ho spiegato a Bruce che il sondaggio – che ha avuto un'eco enorme sui media mondiali – e' sbagliato. Non c'e' nessuna comparazione tra la perdita di fiducia dei cittadini – tedeschi, spagnoli, greci, francesi o altro - nei confronti delle istituzioni europee e il dato equivalente della sfiducia degli stessi cittadini nei confronti delle loro istituzioni nazionali.

Dai dati che ho io emerge per esempio che la fiducia degli italiani nei confronti del governo e del Parlamento nazionali e' un quarto di quella che gli italiani hanno nei confronti delle istituzioni europee. Se e' cosi' il PEW ha invertito il senso di causalita'. La perdita di fiducia degli europei nelle loro tradizionali istituzioni politiche nazionali si riflette in un piu' generale senso di sfiducia che coinvolge anche l'Europa.  Se e' cosi' il titolo della ricerca "The Sick Man of Europe is Europe" e' esattamente sbagliato.

Ci sono nella ricerca peraltro un sacco di osservazioni interesanti e provocatorie.

Quella piu' soggetta a ilarita' riguarda l'Italia. Riproduco qui sotto la tabella:

 

2013-EU-12

Indica quali sono i paesi piu' affidabili e meno affidabili, piu' arroganti e meno arroganti, piu' generosi e meno generosi in Europa.

Ognuno indica il proprio paese come il piu' generoso.

Tutti – tranne i greci che si fidano solo di se stessi et dona ferentes – indicano la Germania come il piu' affidabile (per i polacchi e' contemporaneamente anche il meno affidabile…).

Ma solo l'Italia indica se stessa come il paese meno affidabile!!!

Ora immaginatevi il divertimento di stare intorno a un tavolo con una decina di altri think-tankers, ormai quasi tutti amici per altro, ma che ti guardano con "quel sorrisetto" che solo noi italiani ci sentiamo arrivare addosso appena varchiamo i confini.

E forse la mia risposta al silenzioso interrogativo che aleggiava  e' stata un rimedio peggiore del male. Purtroppo gli italiani vedono se stessi come un paese diviso come minimo in due: Nord/Sud oppure Destra/Sinistra. In ogni caso una parte non si fida degli altri italiani. Cioe' il 100% degli italiani non si fida degli italiani.

Conclusioni:

1  quando si studia l'opinione pubblica europea si studia un collage di opinioni pubbliche nazionali (non esiste una Oeffentlichkeit europea) quindi attenti alle generalizzazioni.

2. noi italiani - ormai costretti alle grandi coalizioni - dobbiamo trovare una retorica intelligente delle ragioni per non dividerci.

Chi ha un'idea su come fare?